dasdsadsadsa

Introduzione

 

Il serafico Padre S. Francesco, dopo aver fondato il Primo Ordine dei fratelli minori fondò anche il Secondo Ordine delle signore povere di S. Damiano (poi clarisse) e il Terzo Ordine, conosciuto come Ordine dei Fratelli e Sorelle della penitenza di S. Francesco , compreso divenuto Terzo Ordine Francescano e che comprende attualmente sia l'ordine Francescano Secolare sia il Terzo Ordine Regolare composto da religiosi e declinato al maschile e al femminile.

Il TOF nasce nell'alveo dei tanti movimenti riformatori del secolo XII e XIII con una precisa differenziazione: mentre gli altri erano frutto di iniziative private di rinnovamento spirituale (catari, albigesi) ruolo di predicazione in virtù di una loro maggiore purezza e perfezione, il TOF fu diretto e benedetto dall'approvazione di ben due Papi, Innocenzo III e Gregorio IX.

L'intuizione del santo fu proprio dallo Spirito tanto è vero che la prima azione recante in essere fu di recarsi a Roma per chiedere l'approvazione del Santo Padre e le sue direttive a riguardo, ottenendone la legittimazione e il riconoscimento della Chiesa. Agendo sotto la spinta dell'umiltà S. Francesco ottenne l'universalità e il controllo nel tempo del suo modus vivendi che incarnava quello che era l'aspirazione del suo tempo di grazia: il ritorno alla genuinità del Vangelo insieme all'imitazione del Cristo Povero. Povertà, semplicità di vita, umiltà e mansuetudine unitevi a una fede incommensurabile in Dio e una incondizionata obbedienza alla Chiesa furono gli accenti nuovi rivolti a tutti i cristiani indistintamente.      

Venendo al tempo d'oggi, proprio perché la riscoperta delle proprie radici consolida la propria identità e la reciproca appartenenza alla Fraternità e all'OFS, il Consiglio Regionale del Lazio ha dato un mandato ad ogni Fraternità di scrivere la propria storia evidenziandone carismi e peculiarità. Da ciò il presente documento realizzato dai fratelli e dalle sorelle della Fraternità.